Sfogliatelle ricce napoletane

La ricetta di queste meraviglie l’ho trovata sul blog di Vicky, un blog che seguo spesso e da cui prendo spunto per molte ricette. Io ho apportato alcune modifiche alla sua ricetta, ho diminuito i grassi e aggiunto dello zucchero al ripieno. Questa è la mia versione delle sfogliatelle napoletane, di cui mia madre va pazza. Qui le troverete nella versione alla ricotta e semolino, ma io le adoro ancora di più con la crema diplomatica, prometto che prossimamente le farò anche in questa versione. Intanto vi dico che per prepararle c’è bisogno di tempo, quindi se le volete per la domenica vi consiglio di iniziare con la preparazione di sabato mattina: la sfoglia ha bisogno di riposare più volte per alcune ore. Munitevi di pazienza e di una macchinetta per la pasta, altrimenti tirare le sfogliette sarà veramente complicato. Siete pronte? sembra difficile, ma in realtà non lo è! Pronti? Via! copertina


difficoltà storia_ok

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La storia non è mai dolce, ma ogni dolce ha la sua storia. La storia delle sfogliatelle nasce da un monastero di clausura. Un giorno del 1600 una suora di clausura con della semola avanzata decise di realizzare un ripieno aggiungendo frutta secca, zucchero e liquore al limone. Preparò poi una sfoglia con dello strutto e del vino bianco e ci sistemò il ripieno dandole la forma del cappuccio di un monaco. La madre superiora fiutò l’affare e decise di metterli in vendita per i contadini. Il dolce prese il nome della Santa a cui era dedicato il convento: Santarosa. Nei primi anni dell’800 la Santarosa arrivò a Napoli. Il pasticcere Pinaturo ne modificò la ricetta dando origine alla vera sfogliatella. La sua varietà più famosa è appunto la “riccia” a forma di conchiglia, ripiena di ricotta e semolino.


Ingredienti


Di che utensili abbiamo bisogno? Dobbiamo preparare il primo impasto per la sfoglia quindi muniamoci di :

  • 1 bicchiere
  • 1 cucchiaio
  • 1 recipiente

Siamo pronti per il primo impasto, iniziamo. Mettiamo i nostri 200 ml di acqua in un bicchiere e aggiungiamo un pizzico di sale (1). In un recipiente versiamo la Farina ed il cucchiaio di miele (2). Aggiungiamo l’acqua (3) ed impastiamo fino ad ottenere una bella palla. Non vi preoccupate se farete fatica ad impastare, non aggiungete altra acqua, l’impasto deve mantenersi bello tosto. sfogliatelle 1 Appena avrete ottenuto un composto abbastanza compatto prendete lo strutto e ricopriteci l’impasto. Coprite con pellicola trasparente e mettete in frigo per mezz’ora (4).

primo impasto

Ora tiriamo fuori il panetto dal frigo e cominciamo a lavorarlo senza aggiungere nulla, l’impasto sarà bello tosto, quindi sarà necessario un po’ di olio di gomito. Quando il panetto si presenterà bello liscio cospargetela nuovamente di strutto e fatela riposare per almeno un paio d’ore in frigo.

Nel frattempo io ho preparato il ripieno. Ci serviranno:

  • 1 pentola
  • 1 frusta
  • 1 ciotola
  • 1 leccapentole o 1 cucchiaio

Mettiamo sul fuoco l’acqua con 1 pizzico di sale e lo zucchero (5), una volta a bollore aggiungiamo il semolino (6) e mescoliamo con la frusta per evitare che si attacchi (7). Cuociamo per almeno 7-8 minuti, spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare.

sfogliatelle 2

In una ciotola mettiamo la ricotta, i canditi, l’uovo, la vaniglia e la cannella. Mescoliamo bene e quando il semolino si sarà raffreddato aggiungiamolo al composto (8). Mettiamo in frigo e lasciamo riposare finchè non sarà ora di riempire le nostre sfogliatelle.

ripieno

Appena trascorse le due ore, tiriamo fuori l’impasto dal frigo e muniamoci di:

  • 1 mattarello
  • 1 spianatoia
  • 1 macchinetta per spianare la pasta
  • 1 coltello

L’impasto sarà ancora bello tosto quindi sarà necessario spianarlo prima con il mattarello e poi passarlo nella macchinetta. Io l’ho passato più volte, a partire dallo spessore maggiore fino a quello più sottile. Siccome ero da sola ho dovuto dividere la sfoglia, ma se ce la fate potete anche realizzare una sfoglia unica. Appena realizzate tutte le sfoglie, prendete il mattarello e ricopritelo con un po’ di strutto. Il passo successivo è arrotolare tutte le vostre sfoglie sul mattarello, cospargendole prima di strutto (9). Vi consiglio di utilizzare un mattarello non tanto grande e che possa entrare in frigo per far riposare l’impasto: io, da vera tonta quale sono, ho usato quello della nonna, che è bello grande e quindi ho dovuto smontare tutti i ripiani della porta del frigo per metterlo dentro! Le comiche..

prime sfoglie

Facciamo riposare il nostro rotolo per almeno due ore. Adesso dobbiamo srotolare le sfoglie dal mattarello e arrotolare nuovamente l’impasto su se stesso, mettendo di nuovo lo strutto. Ricopriamolo con della pellicola pellicola trasparente e facciamo riposare in frigo per almeno una notte (10).

rotolo

Siamo pronti per realizzare le nostre sfogliatelle ricce. E’ una nuova giornata e siamo prontissimi, giusto? Prendiamo:

  • 1 coltello
  • 1 cucchiaio
  • 1 teglia da forno
  • carta forno

Accendiamo il forno e mettiamo la temperatura a 180°C, con forno statico. Mettiamo la carta forno sulla teglia. Ora preleviamo il rotolo dal frigo, togliamo la pellicola e tagliamo delle girelle dello spessore di 1 o 2 cm. In base alle spessore che deciderete di tagliare, deciderete anche la dimensione e il numero delle vostre sfogliatelle (11). Una volta tagliate vedrete tutte le sfogliette che avete realizzato, sono bellissime! 😀

girelle

Siamo arrivati al momento più delicato: dobbiamo dare forma alle nostre sfogliatelle. Con i pollici spingiamo la parte interna della girella e ruotiamo in tondo per allungare la sfogliatella (12).

sfogliatelle

Ora con un cucchiaio inseriamo il ripieno (13) e mettiamo tutte le sfogliatelle sulla teglia (14). Inforniamo per almeno 20 minuti. Se non siete sicuri della cottura, prolungatela fino a quando la sfoglia non sarà dorata. Sforniamo, facciamo freddare e aggiungiamo zucchero a velo (15).

sfogliatelle 3

Bellissime e buonissime! Non fatevi demoralizzare dai tempi di preparazione e provateci anche voi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: